Privacy Policy
Top
Tu sei un Supereroe - Psicologia del Superpotere - Pollicino era un grande
fade
14131
post-template-default,single,single-post,postid-14131,single-format-standard,cookies-not-set,eltd-core-1.1,flow-ver-1.3.5,,eltd-smooth-page-transitions,ajax,eltd-grid-1300,eltd-blog-installed,page-template-blog-standard,eltd-header-vertical,eltd-sticky-header-on-scroll-up,eltd-default-mobile-header,eltd-sticky-up-mobile-header,eltd-dropdown-default,wpb-js-composer js-comp-ver-5.0,vc_responsive

Tu sei un Supereroe – Psicologia del Superpotere

I bambini sognano di diventare supereroi. Avere superpoteri e salvare la gente. Ma non pensano mai a come è la vita di un supereroe quando non è in missione. Non è molto diversa da quella degli altri. L’eroe soffre, ama, desidera, spera, ha le sue paure e ha bisogno di persone che lo aiutino in queste cose. E questa forse è la parte migliore della sua vita.
The Flash
 

Vuoi entrare nel mondo dei Supereroi?

 
Non serve svegliarsi al mattino dopo il morso di un ragno.

Non serve perdere per forza i genitori in qualche terribile attentato camuffato da incidente.

Non serve venire da un altro pianeta, essere vittima di sperimentazioni nucleari, morire e risorgere, tutti possiamo essere dei supereroi.
 

I supereroi rappresentano in qualche modo la parte migliore o peggiore di noi stessi. Possiamo considerarli la versione pop della mitologia greca. Clark Gregg


 
Anzi, ognuno di noi lo è già, ma come capita nelle migliori saghe, per scoprirlo deve capitare qualcosa di eccezionale. Per esempio guardarsi allo specchio. Ne hai uno accanto a te? Cosa vedi? Una faccia normale? Guarda meglio, cosa c’è nel tuo sguardo, cosa provi guardandoti? Quale è il tuo superpotere?
 
Abbiamo un talento, che lo si voglia riconoscere oppure no. Sta a noi dargli visibilità o meno. In cosa sei brav*? Quale parte di te funziona meglio? Uno sport? Scuola? Relazioni? Un particolare tipo di persone? Animali? Sei brav* a capire cosa vogliono gli altri o ami stare ore solamente a disegnare, leggere, scrivere? Lo senti come una parte fortissima di te? Allora forse è quello il tuo potere. Vogliamo dargli ascolto? Cosa aspettiamo?
 

 
Il bello degli eroi è che ci insegnano che non dobbiamo essere perfetti, ma dobbiamo essere noi stessi. Questo è il più bel potere contro un buon numero di magie avverse. L’umanità è di solito l’aspetto che ci avvicina di più agli eroi, il coraggio non sarebbe bulla se non ci fosse a bilanciarlo anche la tenerezza o la consapevolezza dei propri limiti.
 

Rocket - I Guardiani della Galassia. Non esiste niente come me..tranne me!

 
Quindi pensaci bene, troverai una tua arma speciale che può fare di te un/a supereroe/ina. Un aspetto che ti aiuta a tenere insieme gli altri, una competenza, un talento, una capacità. Se fai fatica, nessun problema, ti aiuto con dei Super tra i migliori in circolazione. Chiaramente il nome è in un inglese  colorito perchè è più cool e poi perché tra i miei talenti sicuramente non annovero le lingue. Tu quale sei? E se non trovi la tua specialità, quale sarebbe?

 

Super Aw (che sta per awareness)

Hai una buona consapevolezza? Allora sei un/a Super Aw che poi starebbe per awareness (la traduzione di consapevolezza in inglese). Non è poca cosa saper stare nel qui e ora, essere presente a te stess* osservando quello che accade momento per momento. Essere SuperAw significa praticare la consapevolezza, non essere prigionieri del passato e vivere le esperienze ben radicati nel tuo mondo, facendo attenzione a quello che accade senza giudicare, senza fermarti su quello che non puoi controllare. Restare lucidamente dove sei.
 
Jon Kabat Zinn diceva chela consapevolezza ci aiuta a “conservare la nostra salute mentale o di recuperare il senso delle proporzioni e o il significato delle cose, o anche solo di tenere testa al tremendo stress e alla grande insicurezza del nostro tempo” per questo la meditazione diventa un atto di amore che riesce a placare i pensieri più distruttivi e invadenti. Che tu riesca con la pratica della meditazione o della mindfulness con lo yoga con la musica o con altre tecniche, è super essere consapevoli, concentrati e presenti. I nemici con cui combatti sono molti, la fretta, la distrazione, i suggerimenti di perdere i confini della tua umanità in emozioni violente, facili scorciatoie emotive che allontano dalla consapevolezza e dalla essenziale attenzione alla  vita. Resta come sei. E’ prezioso il tuo dono.
 

Magic Change

La persona che crede in quello che fa può cambiare il mondo. Sei tra queste? Allora sei un Magic Change, animo ricco di altruismo ed energia. Non è facile restare ancora ottimisti in un mondo che sembra macerare nell’individualismo e nel materialismo, dove è facile prendersela con i più fragili, dove il pensiero autonomo viene disincentivato per far posto a forme primitive di qualunquismo anche pericoloso, dove ci si illude di essere superiori di altre persone solo perchè è facile farlo. Tu non sei così. Tu ci tieni. Ci tieni al mondo, con quello che c’è dentro. Vuoi creare cambiamento e inizi essendolo tu stess*. Non hai pregiudizi , non pensi per stereotipi e la tua mente è un porto aperto al cambiamento e all’accoglienza. Credi che possa essere costruito un domani migliore a partire dalle scelte di ogni giorno e magari hai qualche buona idea da parte per creare davvero cambiamento. Che il cambiamento non è salvare il mondo, il mondo si salva nei piccoli gesti di umanità che si possono ancora fare per dare un contributo positivo. Come? Educando, insegnando, formando, avendo cura. Di cosa? Di un giardino, di un animale, di persone che ne abbiano bisogno per mille motivi diversi. Credi di poter far smettere le litigate nel tuo condominio? Stai pensando come creare un modo per annaffiare al meglio le piante da terrazzo? Hai un libro nel cassetto per parlare di una situazione specifica? Hai un progetto? Che sia architettonico, psicologico, artistico, ingegneristico, realizzalo! Cerca chi ti ascolti. Tu sei Magic Change, non puoi fermarti.

 

Mrs Empathy/ Mr Empathy

Senti quello che provano gli altri esseri viventi? Entri facilmente in armonia con le altre persone? Senti il loro piacere e il loro dolore, leggi le espressioni dei loro visi e comprendi quando stanno fingendo di star bene ma soffrono o dicono di essere dispiaciuti ma non lo sono? Sia metterti nei loro panni, comprendendo la complessità delle situazioni? Bentrovat* Mr o Mrs Empathy!

Il tuo dono è prezioso, sentire come gli altri sentono porta a fare grandi magie e ti rende responsabile di un potere fondamentale, che ti protegge dal fare del male senza motivi, che ti porta a comprendere e per questo ti investe della possibilità di insegnare a fare attenzione alle emozioni degli altri.
 
Tu puoi agire con il peso della consapevolezza delle conseguenze, sai non lasciarti andare solo agli impulsi o seguire passivamente, senza pensare, chi vuole decidere per te. Le tue relazioni sono migliori, perchè senti gli altri. E come scriveva lo psicologo Daniel GolemanSe non provi empatia e le tue relazioni personali non sono efficaci, non importa quanto sei intelligente: non arriverai lontano-. Il super potere della connessione ti offre la possibilità di costruire ponti e far cadere i muri che molto spesso vengono costruiti senza ragionare troppo e senza sentire troppo. Curati di questi dono, comunicalo, educa i tuoi figli ad ascoltare.

 

Big Alone

Stai bene in solitudine? Sai goderti il piacere della solitudine non per paura dell’altro ma per saper apprezzare il stare con sé stessi, riflettendo, immaginando, pensandosi? Ecco. Sei un Big A. Il tuo dono è importante in un mondo social che teme di essere dimenticato per un – mi piace- che non arriva. Ci sono moltitudini di persone che vivono con terrore che nessuno si ricordi di loro per una intera giornata. La loro vita e il loro tempo è una danza di spunte dai telefoni, messaggi, pullulare di foto e post sperando di essere “vivi” nel pensiero di un follower. La loro è la peggiore solitudine.
 
Se, parafrasando Croce oggi –non possiamo non dirci “social”– dobbiamo però imparare a definire confini e darci nuove regole per stare bene anche nello spazio vuoto, togliere potere famelico ai Social e riprenderci spazi intimi e relazioni faccia a faccia, con tutte le loro complicazioni. Tu sai stare in solitudine. Apprezzi il suono del silenzio, il tintinnare dei pensieri non ti spaventa, nella noia trovi pace e spazio creativo. C’è bisogno di persone che sappiano stare con se stesse. La solitudine non è un male, anzi ci arricchisce di possibilità e idee. Se non impariamo a goderci la nostra compagnia, difficilmente saremo piacevole compagnia per altri, sarà complesso trovare e costruire relazioni soddisfacenti e non cadere in trappole sgradevoli con chi invece sente la nostra paura. Se sappiamo stare con noi stessi, possiamo scegliere con chi stare e non staremo mai soli. Big A insegnaci tu!
 

Time Man / Time Woman

Abbiamo sempre più cose da fare. Impegni, appuntamenti, agende che sono come scrigni pieni pronti ad esplodere. Se sai gestire Tempi e Persone sei l’eroe/eroina del nostro tempo! Tu puoi organizzare le giornate senza farti inghiottire da inutili lungaggini, sai dare priorità, sai disegnare schemi da seguire, dividere gli impegni, fare ordine, rapportarti nel modo giusto alle persone per evitare che qualcosa vada storto. Sei efficiente, sai creare un buon piano di battaglia per affrontare gli impegni della giornata, perfetto! Saper gestire il tempo, occuparsi di Time Management  è fondamentale nel lavoro ma anche nella vita quotidiana di oggi.
 
Sai trovare il tuo modo di essere presente nel tempo e ritagliarti il tuo tempo, senza restare impigliat* nel multitasking che sappiamo non fare poi un gran bene. Le tue armi di ogni giorno sono l’ordine, le liste, carta e penna, attenzione e gentilezza. Sei l’immagine stessa del supereroe splendente. Perchè la vita di oggi è un reticolato elettrificato di impegni per tutti, in ufficio, casa, dai bambini agli anziani. Che tu sia mamma, papà, single, imprenditrice o dipendente  TimeMan è l’eroe che fa per te! Cercalo dentro di te.
 

Super Body

Hai un radar per i limiti che ti comunica il tuo corpo? Sai capire quando devi fermarti e quando è il momento di agire? Senti le emozioni che salgono dalle braccia agli occhi, dal tuo respiro comprendi quando ti stai innervosendo e riesci a rallentare il ritmo del tuo cuore imbizzarrito? Il corpo è sempre più ricoperto di attenzioni, sotto forma di creme, esercizio, diete ma sempre meno ascoltato. Lo abbiamo ma tendiamo a dimenticarcene. Lo vediamo ma non lo sentiamo. Lo giudichiamo ma non ci facciamo attenzione. Anche in terapia ogni tanto ce lo si dimentica. Ma tu no! Sei Super Body! Tu riconosci il suono diverso del tuo respiro, sai quando tremi per paura o eccitazione, riconosci da come metti i piedi se stai camminando serenamente o se i tuoi piedi vorrebbero piuttosto fuggire e questo ti aiuta a capire. cosa sta accadendo intorno a te.
 
L’intelligenza del corpo è sottovalutata ma tu no, tu sei in grado di ascoltare e tradurre a tuo vantaggio quello che il corpo ti comunica. Conoscere il proprio corpo da la possibilità di dare significato agli eventi, ti permette di prevedere quello che può accadere e di agire di conseguenza. Non hai doti acquisite dopo qualche folle  esperimento di laboratorio, tu fai attenzione. Le tue armi? Il respiro, i piedi con cui metti radici nel mondo, braccia e gambe, i tuoi sensi, le tue emozioni. Da un fremito capisci che è il momento di andare via, da un respiro sai che è invece tempo di rallentare. Se saprai imparare ogni giorno di più dal tuo corpo, sicuramente le battaglie della vita ti saranno più lievi, non dimenticare.
 

Fantastic CryMan

Sai piangere quando serve. Che meraviglia. Certo sei un eroe più maschile, anche se di questi tempi le emozioni sembrano spesso un pericolo per moltissime persone quale che sia il loro genere. Ma se sei un uomo e sai piangere quando serve probabilmente saprai anche ridere a crepapelle quando è il momento, saprai ascoltare il bello e il buffo della vita ed essere un buon educatore, riconoscendo il potere fantastico e il ruolo fondamentale di ogni singola emozione.
 
Per tantissimo tempo hanno insegnato cosa dovevano provare e come si dovevano comportare le persone nate come donne o uomini biologici, forzando la mano su alcuni aspetti che non erano mai scontati, ma che lo sono diventati per tanti e tante. L’uomo non piange mai, la donna è delicata e bisognosa di protezione. Invece, caro Fantastic, per fortuna di una sana educazione o per tua vittoria sui tabù di questa nostra cultura ti emozioni e lo fai vedere. Conosci il potere accogliente di un abbraccio e sai che ci sono momenti in cui i veri uomini possono far vedere le loro emozioni, più o meno tutti i momenti. Tranne quando è proprio poco diplomatico. Mostra questa tua delicatezza come un diamante prezioso, non sai quanti uomini hanno bisogno del tuo aiuto nel mondo. Non nasconderlo mai questo dono, l’umanità ha sempre più bisogno di persone e sempre meno di anime chiuse dentro invalicabili corazze intessute di pregiudizi e stereotipi.

 

Non hai trovato il super eroe giusto? Scrivimi chi sei. Vuoi diventare un Super eroe ma senti di non avere piena dimestichezza con la tua arma, posso aiutarti.

 


Pollicino: Ognuno di noi alla ricerca del suo potere speciale.

L’Orco: Chi vuole farvi credere di non avere nulla i super, mentre semplicemente vi impedisce di cercare il vostro dono

L’arma segreta: Che tu sappia ascoltare il tuo corpo, gestire una agenda piena di impegni o entrare in connessione con gli altri, sono certa che se guardi bene, troverai altre armi segrete. Che non fanno male, ma benissimo!

Marzia Cikada

Psicologa, psicoterapeuta, terapeuta EMDR. Libera Professionista, realizza laboratori di scrittura autobiografica. Si occupa di adolescenti e coppie. Ama le storie.

Commenti

Scrivi un commento